sabato 25 febbraio 2017

30 pazze lit-blog invitate da DeAgostini e l'incontro con lo scrittore Leonardo Patrignani


Ok, in breve. La mia giornata non poteva incominciare peggio: con la nebbia. Se non fosse poi per il fatto che sono rimasta in bagno un quarto d'ora, appena scesa dal letto, presa da una crisi mistica esistenziale, forse, non avrei perso il treno delle 8:30. Ragazzi non fate come me, andate a letto presto la sera! Ad ogni modo mi sono vestita pensando di assomigliare ad una fashion blogger, ma mi sono ritrovata a specchiarmi e osservare le cosce carnose che popolano il mio basso ventre. Nessuna somiglianza a Chiara Ferragni, insomma. Dopo un trucco leggero e veloce mi sono precipitata in cucina per la colazione, e ormai l'orologio mi urlava contro che il treno stava per arrivare. Ma ho dedicato comunque del tempo per fare un recapito della situazione e cercare dentro di me il coraggio e le parole da dire non appena avrei fatto una delle prime cose per il quale sarei andata il 23 febbraio alla DeAgostini: portare curriculum! C'è chi non ci crede, ma l'ho fatto. Ho sfruttato questo incontro per riuscire a dimostrare la mia folle passione per i libri e per la grafica. Sebbene la mia timidezza, certe volte, sia proprio un impiccio.

Quindi ho preso la macchina, poi il treno per Pavia (ormai quello per Milano lo avevo perso) e da lì sono riuscita ad arrivare a Rogoredo. Metro gialla, metro rossa e fermata in zona QT8. Dopo un bel 40 minuti circa di viaggi riesco ad arrivare al punto di ritrovo dove in attesa ci sono già altre blogger e, non appena giunge anche Margot dalla DeAgostini, iniziamo ad incamminarci passando per un parco dove sembra che gli sportivi di Milano amino allenarsi di piena mattina. Vorrei seriamente possedere un briciolo della loro voglia.



Ad attenderci, al nostro arrivo, tavoli imbanditi di borse nere misteriose. La voglia di aprirle e scoprirne il contenuto è tanta, ma ci riserviamo il tutto per la fine. Con noi, infatti, ci sono i direttori di Marketing, Digital Marketing, delle vendite e così via, che ci spiegano la nuova Community DeAgostini YA che da poco hanno aperto per i lettori. Una sorta di angolo virtuale per dire chiaramente che "essere lettori fa la differenza", attraverso parole chiave come ironia, intelligenza, curiosità, intraprendenza, trendy e un pizzico di romanticismo. Come ci spiegano "vuole essere qualcosa che porta dentro i fan e i lettori. Chi entra dentro la community ci mette il cuore per i libri, su una connotazione prettamente al femminile", dando valore a contenuti esclusivi e agli obbiettivi come recensori, i quali possono far salire un utente di grado post dopo post. Antonio, direttore del Digital Marketing che si occupa dell'aspetto e del cuore del progetto ha da subito ribadito: "La community vuole essere un punto di riferimento Young Adult, che apra diversi mondi". Sarà possibile registrarsi come un qualunque social network via mail oppure tramite  l'account facebook, e da subito verremo dotati di un nickname da noi deciso, con il quale potremmo usufruire della newsletter mensile che ci indicherà gli eventi più esclusivi nel panorama letterario, e tante altre chicche come le prossime uscite e, forse, anche una sezione dedicata ai blogger che si impegnano nella diffusione della letteratura. Una bella iniziativa, insomma, dove condividere le proprie letture.

Special guest di metà giornata Leonardo Patrignani (scrittore della serie di "Multiversum" e "There"), che ci presenta in esclusiva e in un modo totalmente irriverente il suo nuovo libro in arrivo agli inizi di giugno, e lo fa donandoci tre caramelline, come premessa per narrarci il mondo distopico di Aurora e del suo farmaco contro "l'invecchiamento cellulare dell'organismo", che sembra essere avvolto in un alone di mistero. Non posso raccontarvi troppo della storia, ma sappiate che la trama sembra essere davvero intrigante. Alcune blogger sue fan stavano addirittura per svenire alla sola notizia.


L'esperienza in DeAgostini è davvero stimolante. Ci chiedono addirittura di esprimere dei pareri per delle proposte pubblicitarie per promuovere bei libri ("I libri sono spesso uccisi dal mondo editoriale, dalla concorrenza"), arrivando a dei confronti ideativi davvero interessanti, e infine rispondono ad ogni nostra domanda. È così, infatti, che scopro che il lavoro di un editor è davvero difficile: ci raccontano di ricevere all'incirca 11.000 manoscritti all'anno, dove in seguito ne verranno scelti solamente 30 da pubblicare. Lo scopo di primaria importanza per DeAgostini è cercare "delle belle storie che emozionino. Storie coraggiose", ed è anche per questo motivo che, ci confidano, l'editing della grafica delle copertine è un tema a loro molto caro e spesso si litiga. C'è tanta passione per il proprio lavoro, tra queste persone, ma sopratutto un gran rispetto. Ed è bellissimo.
Chiacchierando, ci svelano anche trucchi di mercato, come una cover possa attrarre meglio di un'altra, di come ci siano dei fattori che influenzano un possibile cliente, e chiariscono in questo modo ogni nostro dubbio.

Tra attimi divertenti e sereni dove si respira un'atmosfera meravigliosa, ci riserbano anche uno spuntino di mezzogiorno, come coronamento di una giornata già fin troppo bella. Ed io ne approfitto subito per qualche foto con Leonardo Patrignani. Un intero album, per intenderci. Devo ringraziare Stefano B. direttore delle vendite, per essersi prestato come fotografo e avermi mandato il tutto via mail. Grazie davvero.
Ma non contenta voglio altri ricordi con me, con le mie colleghe blogger che ho conosciuto, per una volta, fuori dal web. È così che ho collezionato un bellissimo album di un incontro divertente, ispirante ma sopratutto istruttivo. 
Avrei anche tante novità da rivelarvi sulle uscite e i titoli che più hanno venduto in DeAgostini, ma mi riserverò il materiale per un prossimo post. 


Spero che il racconto della mia esperienza in casa editrice vi sia piaciuto, guardate anche il video, mi raccomando ci tengo. E fatemi sapere cosa ne pensate. Per finire voglio lasciarvi con un consiglio: partecipate agli incontri letterari, ragazzi, vi faranno vivere un'avventura fuori dal comune. Parola mia.

7 commenti:

  1. Che bella giornata che avete passate e vi invidio un casino! Volevo essere anche io presente, ma gli impegni universitari me l'hanno impedito :\
    Comunque mi pare di capire che quelli di De Agostini sanno fare il loro lavoro e vi hanno trattato proprio bene :D grande DeA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Cristy, guarda: formidabili. Non posso dire null'altro. Davvero professionali e allo stesso tempo affabili. Un'esperienza che, se ti dovesse capitare un'altra volta, devi prendere al volo! Credi a me!!

      Elimina
  2. Concordo, una mattinata memorabile! È stato un vero piacere conoscerti!
    Patrignani è stato una vera rivelazione per me: fantastico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, che bello leggerti sul mio blog. Si, assolutamente: una giornata stupenda. Per me conoscervi è stato un vero toccasana. Sono tornata a casa più inspirata di prima! Un abbraccio grandissimo.

      Elimina
  3. Grazie ai tuoi video ho potuto esserci anch'io per qualche minuto *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, grazie a te di essere stata spettatrice della mia esperienza. Un abbraccio gigante!

      Elimina
  4. Ciao Roby, questo video mi è piaciuto un sacco, ho apprezzato tantissimo la parte in cui spieghi di cosa vi hanno parlato e come si è svolta la riunione, ho trovato il tutto molto professionale e interessante, infatti devo dire che la Dea è una delle case editrici più disponibili. E poi tu mi spezzi: simpatica e spontanea! Top!

    RispondiElimina

♡ Dolci&Parole può crescere solamente grazie ai vostri commenti, vi ringrazio di tutto cuore se vorrete scrivere qui sotto cosa ne pensate di questo post ♡

Grafiche e contenuti © ROBERTA DELLABORA DESIGN
Per info: dolcieparole@gmail.com