sabato 17 gennaio 2015

I vantaggi degli Ebook: 4 punti di vista a confronto!

Siate liberi di dire la vostra, nel giusto rispetto 
delle persone che amano o non amano leggere ebook.


   
Con l’entrata in scena dei lettori di libri elettronici – o meglio conosciuti come e-reader (Ebook reader) – le abitudini legate alla compravendita di libri cartacei e il rapporto tra Lettore-Libro, sono cambiati. In Italia è una realtà molto discussa che separa in due fazioni la popolazione “lettrice” italiana, e diviene fonte di dubbi, da una parte, e di rinomato interesse, dall’altra. Principalmente sul mercato italiano conosciamo le maggiori case produttrici di e-readers: la Kindle, distribuita in primo piano dall’ormai conosciutissimo sito e-commerce Amazon, e la Kobo, legata all’altrettanto rinomato marchio editoriale Mondadori.
E’ noto, però, che non tutti i lettori siano stati affascinati da questa nuova opportunità e tutt’ora moltissime persone rimangono indifferenti alla diffusione, sempre più accentuata, dei lettori di libri elettronici, e guardano con scetticismo alla nuova tecnologia (l’inchiostro elettronico e i nuovi tablet, per esempio) non trovando alcun vantaggio nell’acquistare libri in formato digitale.

Bene, dopo questa breve introduzione, procederò per punti e vi illustrerò quali sono i principali vantaggi di leggere e-book (sempre che voi siate interessati ad acquistare un e-reader, o ad ogni modo, siate interessati all’argomento. In questo caso vuol dire che ho attirato la vostra attenzione e siete piuttosto scettici su questo utilissimo formato elettronico).



_______________________________________________________

PUNTI DI VISTA A CONFRONTO


1.      Leggere ebook non è come leggere un libro. Si ha una sensazione fredda e distaccata che invece le pagine di carta non danno.

Affermazione verissima (e io sono la prima a dirlo!), ma per quanto riguarda le sensazioni che si provano cambia di persona in persona. Una bella storia rimane sempre una bella storia, e le emozioni provate leggendola sono assolutamente ed inevitabilmente soggettive. Si può piangere, ridere o arrabbiarsi nello stesso modo in cui si legge un libro cartaceo. Basta provare!


2.     Un ebook non può essere prestato.

Affermazione assolutamente sbagliata! Vi sono modi e modi di prestare un ebook, certamente diversi da quelli di un libro di carta. Amazon fornisce un programma di lettura per i suoi clienti Prime GRATUITO, che si basa sul prestito di un ebook. L’ebook infatti non rimane in memoria nel nostro dispositivo per sempre ma in un tempo limitato: esattamente come una biblioteca. Punto secondo: un e-reader può essere prestato, non dimenticatevelo!


3.     Con l’entrata in scena degli e-book sono stati pubblicati un sacco di libri brutti e storie senza senso. L’editoria non è più quella di una volta.

Vero! Ma non bisogna mai vedere il bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno. In giro per il web esistono molteplici scrittori esordienti che aspettano il loro grande debutto e che nel frattempo, scoraggiati dalla ferrea politica editoriale e capitalista, hanno deciso di pubblicarsi da sé (self-publishing). Non fermatevi alla prima storia che non vi piace che incontrate. Ci sono scrittori assolutamente più bravi di quel che pensate e assolutamente sconosciuti al grande pubblico. L’era elettronica e l’uso dell’ebook come formato, permette a molta gente di poter far leggere le proprie opere senza incappare in mesi e mesi di attesa (per le case editrici) e di non spendere una lira per vedere, finalmente, il frutto del loro lavoro in mano a qualche buon lettore!

4.     Gli ebook sono formati elettronici e costano meno per via dell’assenza della stampa. Eppure talvolta non pare essere così e ci si ritrova a spendere 10 € per un ebook.

Purtroppo è vero ed è ingiusto! Ma, a questo punto, siamo liberi di scegliere: comprare un ebook o il libro di carta? Tutto sta alle vostre esigenze. Sappiate però che il prezzo alto di un ebook non è dato tanto dal prezzo pre-stabilito da una casa editrice quanto dalla IVA che ultimamente risultava al 22% per gli ebook, rispetto al 4% di un libro cartaceo. Questo fa si che il costo di un libro in formato elettronico salga a prezzi stratosferici. Negli ultimi giorni, però, sono state attuate delle riforme a tal proposito e la campagna mossa a favore dell’IVA al 4% anche per gli ebook è stata approvata. Ora ci basta solo attendere che qualche buon ebook ci capiti tra le mani a buon prezzo! (e volete mettere la bellezza di scovarne uno sul web? È tutta un’altra soddisfazione).





Se queste “botta e risposta” non vi anno soddisfatto fino in fondo, eccovi altri punti a favore per gli ebook!

1.  Un e-reader può contenere molti ebook registrati nella sua memoria. Avrete quindi la possibilità di portare con voi innumerevoli titoli, dalle innumerevoli pagine che vi procurerebbero solamente innumerevoli problemi, se solo pensaste di portare sempre con voi tutti quei libri in carta. Avete capito l’innumerevole caparbietà di un e-reader? Tanti libri in un uno solo. Meno peso = meno mal di schiena!

2.  I soldi che risparmierete saranno direttamente proporzionali al numero delle pagine che leggerete. E’ assolutamente assicurato!

3.  Esistono ebook scaricabili gratuitamente che sapranno catturare la vostra attenzione. Basta solamente dove saper cercare!


4.  Potrete finalmente coronare il vostro sogno di vedere le vostre storie pubblicate senza spendere una lira! E per il libro cartaceo... beh, si vedrà. Sta a voi decidere quale strada intraprendere.

Nessun commento:

Posta un commento

♡ Dolci&Parole può crescere solamente grazie ai vostri commenti, vi ringrazio di tutto cuore se vorrete scrivere qui sotto cosa ne pensate di questo post ♡

Consigliati


Grafiche e contenuti © ROBERTA DELLABORA DESIGN
Per info: dolcieparole@gmail.com