domenica 31 agosto 2014

8 motivi per comprare i libri al mercatino dell’usato

Nuove entrate nella mia libreria
Guardate bene questa fotografia: Notate niente di strano? No?
Ebbene, effettivamente non vi è nulla di anomalo, si tratta di libri, niente di più, niente di meno. Nuovi acquisti che hanno attirato la mia attenzione e che già da un po’ aspettavo di leggere. Ma se vi dicessi che di questi 5 libri ne ho acquistati 3 a soli dieci euro? Non ci credereste vero?
Sembrano perfettamente nuovi, quasi freschi di stampa, la copertina non ha una piega e le pagine sono in perfetto stato. Allora dove sta il trucco?
Il segreto porta il nome di: Mercatino dell’usato.
Sì, perché molto spesso ci facciamo ingolosire dalla bellezza che arieggia attorno alle librerie come la Giunti, la Feltrinelli, la Mondadori.. I mille colori delle copertine e la grafica eccezionale, hanno il potere ipnotico di incantarci e di farci desiderare di aggiungere quel libro alla nostra (già modesta) collezione di libri. Il profumo delle pagine diventa poi un afrodisiaco, e la trama accattivante ci convince sempre più a comprarlo.

  Per quanto riguarda il mercatino dell’usato, l’atmosfera è esattamente l’opposto: spesso la luce non è così luminosa o brillante, soprattutto se ci troviamo in un posto chiuso; il profumo delle pagine vecchie e consumate si espande nell’aria, e molto spesso non è così gradevole come ci immaginiamo; e i colori che un tempo erano usciti dalla stampa sgargianti e allegri, al mercatino dell’usato si assopiscono un po’, lasciando che la polvere ricopra lo strato lucido della copertina, riducendolo così ad una sottile patina schiarita.
Non sembrerebbe così convincente a primo impatto, ma aspettate di conoscere la mia esperienza che so vi sarà molto d’aiuto, e ben presto, in men che non si dica, diventerete dei veri “Books Hunters” (dei cacciatori di libri).


Ecco i punti salienti del perché vale la pena dare un’occhiatina al mercatino dell’usato (sempre che questo abbia una sezione di libri dove tuffarsi a capofitto):

  1. Non tutti i libri hanno parti sciupate o stracciate: aguzzate la vista e dateci dentro!
  2. Il prezzo cala notevolmente, potreste davvero trovare delle vere e proprie occasioni.
  3. Ci sono molte persone, amanti dei libri, che spesso vendono dei buoni titoli al mercatino dell’usato. Esiste la possibilità che troviate il romanzo che cercavate da tempo, o che vi incuriosiva, e probabilmente di cui vi eravate anche scordati.
  4. Ricordatevi che solitamente chi vende un libro è perché lo ha letto e magari lo ha anche amato (l’ottimo stato ne è la prova). Acquistare un libro che ha una storia alle spalle, è sicuramente più interessante che acquistare una copia in libreria senza nessuna identità.
  5. Esistono centinaia, se non migliaia di libri al mondo che ovviamente non avrete mai letto, e in libreria si fatica a trovare testi meno recenti. Il mercatino dell’usato vi da l’opportunità di immergervi in nuove (antiche) letture.
  6. Il mercatino dell’usato è capace di estrapolare il vostro lato da “Indiana Jones” e indurvi a scavare tra innumerevoli scartofie, fino a quando non avrete trovato il vostro ben desiderato (e forse anche inatteso) bottino: non è forse un’avventura fantastica?
  7. Anche se non avete trovato i titoli che cercavate, vi siete fatti un’idea di quanti libri non conoscevate, e questo, può darsi, che vi induca a cercare informazioni su di essi, fino a scoprire che vi siete fatti scappare un buon libro: tornate subito indietro!
  8. Senza dubbio comprare un libro che non vi convince fino in fondo per la trama al mercatino, è molto meglio che acquistarlo a prezzo pieno in libreria: se si rivela essere una “carta-straccia” almeno avete speso molto meno di quanto pensavate valga; mentre se la storia si scopre molto più accattivante di quello che dava a vedere, avete guadagnato un buon libro da aggiungere alla vostra libreria, e a un prezzo da urlo!


Se riguardate la foto in alto attentamente, potreste immaginare quali siano i due titoli che ho preso in libreria pagandoli a prezzo pieno.
Ebbene questi ultimi sono “Maze Runner – Il labirinto” di James Dashner (nuova versione della Fanucci Editore) e “Il sentiero dei profumi” di Cristina Caboni (Garzanti Editore), i quali sono venuti a costare 14,90 € l’uno.
Mentre i tre titoli che vi ho anticipato essere costati 10,00 € tutti insieme, sono “Black Out” di Marc Elsberg (Casa editrice Nord), “Bianca come il latte rossa come il sangue” di Alessandro D’avenia (Mondadori) e infine, “Per sempre tuo” di Daniel Glattauer (Feltrinelli).

2 libri pagati a prezzo pieno contro 3 a metà prezzo e in ottimo stato: fate voi un po’ i conti!


7 commenti:

  1. Adoro comprare libri usati,però di solito di affido ai vari siti web,visto che nella mia città non ci sono mercatini dell'usato :(
    Comunque,fra questi libri ho letto "Bianca come il latte Rossa come il sangue" e devo dire che mi è piaciuto molto.Ho un debole per Alessandro D'Avenia e il suo modo di scrivere.
    Anche io ho comprato da poco "Il labirinto" di Dashner,ma non ho ancora avuto il piacere di leggere :D
    Buona serata,o dovrei dire notte!

    RispondiElimina
  2. Se ti dicessi che l'ultima che ci andai comprai 10 libri (perfetti) a 20€? *O* Concordo appieno sull'articolo, i mercatini sono fantastici e se si spulcia bene e magari si ha una "battuta di caccia" fortunata come la mia si riesce veramente a risparmiare acquistando libri davvero interessanti che si voleva già leggere da tempo o magari ci hanno incuriosito lì per lì. Un saluto! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita Kaihla!! solo 20 € per 10 libri? sono invidiosa da matti!!
      Sono contenta che ti sia ritrovata nell'articolo che ho scritto.
      Un saluto e un bacio!

      Elimina
  3. peccato che da me non ci siano mercatini :( però spesso compro al libraccio, soprattutto online! trovo libri perfetti a metà prezzo, degli affari proprio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io, quando capita, faccio un salto dal libraccio. Non ho mai provato online però, mi sa che ci darò subito un'occhiatina.

      Elimina
  4. Io faccio capatine dal Libraccio puntualmente...!!! *-*

    RispondiElimina
  5. Complimenti! Dalle mie parti non ci sono mercatini né il Libraccio così almeno per vendere qualche doppione o qualche titolo che non voglio tenere, ho aperto la sezione Mercatino sul blog!

    RispondiElimina

♡ Dolci&Parole può crescere solamente grazie ai vostri commenti, vi ringrazio di tutto cuore se vorrete scrivere qui sotto cosa ne pensate di questo post ♡

Consigliati


Grafiche e contenuti © ROBERTA DELLABORA DESIGN
Per info: dolcieparole@gmail.com