sabato 3 settembre 2016

Intervista a Miriam Ciraolo, autrice di "Beauty and the Cyborg", e qualche anteprima su "Beauty and the Blade", 2° volume della saga.


In questo post, carissimi lettori, parleremo di una scrittrice messinese veramente talentuosa. Già in varie occasioni ho avuto l'onore di ospitare qualche articolo su di lei e sopratutto sui suoi libri, video-recensendo anche Beauty and the Cyborg, il primo volume della sua saga distopica/ young adult che nel web ha fatto esplodere una serie di consensi dietro l'altro. Ed ora torna con un attesissimo seguito di cui ci parlerà. Godetevi l'intervista di Miriam Ciraolo!



__________________________________________________________________________________________________________________________________

Intervista
Mia dolce Miriam, ben ritornata sul blog Dolci&Parole. Oggi parleremo di te e del tuo incredibile talento. A dicembre hai auto-pubblicato Beauty and the Cyborg, l’inizio di una storia YA distopica davvero meravigliosa e che nel web sta avendo un gran buon successo, dico bene? Ti aspettavi un tale esito positivo?

"Ciao Roberta, dopo il mio rientro dalle vacanze sono felicissima di trovarmi nel tuo caldo e accogliente blog! Per quanto riguarda Beauty and the Cyborg posso dirti che i risultati hanno superato di gran lunga le mie aspettative. Non credo sia un vero e proprio "successo", ma se il romanzo ha avuto un buon numero di lettori interessati è stato anche merito dei bloggers e dei booktubers che l'hanno apprezzato."



Com’è nata l’idea di ispirarti alla fiaba della Bella e la Bestia, e di trasformarla in una storia ambientata in un futuro immaginario? C’è qualcos’altro che ha stimolato la tua fantasia tanto da scrivere Beauty and the Cyborg, e tutto l’intreccio legato in esso?
"La Bella e la Bestia è la mia favola preferita. Da piccola ero emotivamente legata al cartone animato, quindi ho sempre pensato di scrivere un retelling basandomi su esso. L'idea del mondo distopico in cui tutto è stato ambientato doveva essere, invece, un romanzo a parte, volevo creare una storia in cui l'inversione dei poli magnetici e l'elettricità percepita come un lusso fossero la base da cui partire. Quindi, mentre sviluppavo la seconda idea a un certo punto ho trovato l'anello di congiunzione tra i due romanzi: i cyborg. Quindi all'inizio non sapevo chi fosse Alec, ma sapevo che la mia "bestia" era diventata un cyborg. Per quanto riguarda la seconda domanda, entrambe le idee come puoi vedere si sono date forza a vicenda. L'armadio parlante, la rosa, il cuore e la tazzina sono tutti elementi che ho trasformato rendendoli funzionali alla trama. Diciamo che un dettaglio tirava l'altro. Com'è successo anche per Lum che doveva ricordare Lumière, il candelabro."



Dicci qual è il personaggio che più ti è rimasto a cuore, mentre scrivevi le sue parti e immaginavi il suo percorso, e perché?

"Mi hanno stupita un po' tutti. Ma Lum è il mio eroe, il personaggio che trovo più facile scrivere e che continua sempre a sorprendermi. Benché porti luce, ha anche lui i suoi lati oscuri. Mi sono divertita tantissimo a creare il suo look, il suo carattere, il suo passato (che rivelerò più dettagliatamente nel secondo volume) e anche il suo modo di muoversi e interagire con gli altri. All'inizio sembra avere una cotta per Bellatrice, ma è solo il suo modo di fare, quel suo avere sempre il sorriso stampato sulle labbra a renderlo unico."




Hai mai pensato, se un giorno una casa editrice ti contattasse, interessata al tuo libro, a cosa risponderesti? Ci penseresti su, alla possibile revisione, taglio delle parti ecc. o diresti immediatamente di sì a qualunque proposta?

"Io sono quel tipo di persona che riflette sempre molto sulle decisioni da prendere, anche le più banali. Quindi potrei stare anche delle settimane a pensarci. L'idea che qualcuno aiuti il testo a brillare è certamente uno dei motivi per cui accetterei, ma dipende molto dalla casa editrice e dai vincoli del contratto in questione."


Spiegaci una cosa che hai imparato da quando scrivi e pubblichi libri, che può essere l’uso di termini che non avevi mai usato prima, lo sviluppo inaspettato di un personaggio, o qualcosa di più tecnico legato alla pubblicazione e al mondo self…

"La prima cosa che ho imparato dopo aver pubblicato è che non bisogna aver fretta. Purtroppo è capitato che qualcuno si lamentasse dei refusi (ovviamente ho subito ripulito il testo) ma ho promesso a me stessa di aspettare, di dare più tempo al manoscritto soprattutto nella fase di editing. "


Hai in mente altre storie da scrivere al momento, oltre al seguito di Beauty and the Cyborg? Ti piacerebbe pubblicare altri libri?

"In mente ho Chemical Games, una storia che urban fantasy che si basa sugli elementi chimici, che vorrei ampliare, concludere e illustrare. Al momento, però, c'è anche un'altra storia totalmente nuova che vorrei scrivere, basata su personaggi fantastici che nessuno ha ancora preso in considerazione."



Cosa dovremmo aspettarci in Beauty and the Blade, seguito del meraviglioso Beauty and the Cyborg? Nuovi personaggi? Nuove rivelazioni? Lo sai che non sto più nella pelle.

"Dal titolo stesso del libro sappiamo già che questo romanzo si concentrerà di più sull'azione. Verranno chiariti moltissimi punti lasciati in sospeso, soprattutto per quanto riguarda la tecnologia. Conosceremo da vicino la LOX, apparirà un nuovo personaggio che sarà la rivisitazione di Tockins (l'orologio a pendolo della Bella e la Bestia) e visiteremo una nuova città di luce. Non posso dire più nulla, perché rischio una pioggia di spoiler indesiderati."



Hai uno scrittore che ti sta particolarmente a cuore, dal quale trai ispirazione quando scrivi?

"Ho preso una cotta per le storie originali di Neil Gaiman, ma per lo stile di scrittura non posso fare a meno di rileggere L'ombra del Vento di Carlos Ruiz Zafòn."


Qual è, secondo il tuo punto di vista, la formula vincente per un buon libro?
"La struttura della trama deve coinvolgermi. Dev'essere ben studiata e originale, anche se dovesse rivisitare un elemento già visto."


Quando scrivi hai delle abitudini personali, come un luogo specifico dove farlo o ascoltare la musica?
"La musica è sempre presente, prima, dopo o durante la stesura. Il luogo è indifferente, ma spesso mi ritrovo alla scrivania, a bere caffé, sperando di non versarlo sugli appunti o sulla tastiera del computer."


Ultima domanda di rito alla Dolci&Parole. Consigliaci un libro che ti ha segnato particolarmente, e raccontaci il perché. E in secondo nomina un dolce di cui non puoi fare a meno.

"Purtroppo il libro che mi ha segnata l'ho letto di recente, ed è Grandi Speranze di Charles Dickens. Mi mancano ancora una settantina di pagine, non ho ancora il coraggio di finirlo. La storia è bellissima, i personaggi sono insoliti e le descrizioni di Dickens fanno venire i brividi per la loro autenticità.Per quanto riguarda il dolce, vado matta per la Setteveli, non posso farne a meno, ma se ne mangiassi una fetta tutti i giorni sono certa che rotoleri giù dalle scale!"


Carissima Miriam ti saluto e ti mando un grande abbraccio, grazie di aver risposto alle mie domande, e ricordati che sei sempre la benvenuta.

"Grazie a te per questa golosissima intervista!"


BEAUTY AND THE CYBORG SAGA
     1. Beauty and the Cyborg - Dicembre 2015
                    1.5 Robotic Heart (Spin-off/ prequel) - Luglio 2016
2. Beauty and the blade (Coming Soon)



_________________________________________________________________________________________________




L'AUTRICE
Miriam Ciraolo è nata a Messina e ha frequentato l'istituto d'arte della sua città conseguendo il diploma in maestra d'arte e stilista di moda. Da ragazzina amava inventare storie come una regista e con impegno iniziò a cimentarsi nell’arte della scrittura, che col tempo diventò la sua grande, vera, passione. Oggi l’inchiostro è la sua telecamera e il foglio bianco il suo set. Grafica, disegnatrice e blogger, con La vera storia di Cupido, edito dalla Rosa dei Venti edizioni, ha realizzato il suo primo sogno da scrittrice. Con Chemical Games ha scritto la sua prima saga urban fantasy che ha ideato grazie al suo interesse per la tavola periodica e per gli elementi chimici. Beauty and the Cyborg è la sua nuova saga distopica ispirata alla Bella e la Bestia, con la quale sta riscuotendo un grande successo nel web. Ora è in stesura il secondo volume dal titolo Beauty and the blade, e nel frattempo Miriam ha rilasciato uno spin-off a luglio 2016 dal titolo Robotic Heart ambientato prima delle vicende di Beauty and the Cyborg.

 FACEBOOK      |       TWITTER          

                

1 commento:

  1. Questo libro è nella mia wishlist da un sacco, prima o poi riuscirò ad acquistarlo <3
    Ho sentito parlarne super bene quindi non ho dubbi sul fatto che lo amerò <3
    Passa da me se ti va, mi fa sempre piacere incontrare nuove blogger che condividono la mia passione <3
    https://enchantedbybooksblog.wordpress.com/

    RispondiElimina

♡ Dolci&Parole può crescere solamente grazie ai vostri commenti, vi ringrazio di tutto cuore se vorrete scrivere qui sotto cosa ne pensate di questo post ♡

Grafiche e contenuti © ROBERTA DELLABORA DESIGN
Per info: dolcieparole@gmail.com