lunedì 2 maggio 2016

Tag: 25 fatti libreschi su di me?


Oggi apro Facebook e mi ritrovo una notifica alquanto curiosa: Christy di UN BUON LIBRO NON FINISCE MAI e Sonia de' IL SALOTTO DEL GATTO LIBRAIO mi hanno nominato per un tag! (Grazie Christy!! Grazie Sonia!!) Si tratta di un tag che sta circolando ultimamente sui blog di libri e per una volta ogni tanto non si parla di libri, almeno non direttamente, ma delle abitudini serie o buffe che siano degli stessi blogger. E quindi, carissimi, eccomi qui a rispondere all'appello e a cimentarmi in questi 25 fatti libreschi su di me!

1. PRIMA NON LEGGEVO!
Prima di iniziare l'Accademia di Belle Arti leggevo solo manga e fumetti. Ho iniziato a leggere libri sul treno tra Pavia e Milano per passare le ore di viaggio, e al secondo anno ho fondato Dolci&Parole per espletare la mia passione per queste creature di carta.

2. LE MIE ORE DI LETTURA
Nella maggior parte delle ore che dedico alla lettura sono in viaggio tra treno e metropolitana a Milano, circa 2 ore andata e ritorno. 
3. I RINGRAZIAMENTI ALLA FINE
Leggo sempre i ringraziamenti e spero fortemente che vi sia una parte dedicata ai lettori. Spesso non c'è, però, e mi deprimo!
4. I MIEI GENERI E QUELLI CHE ODIO
La mia libreria è strapiena di generi Young Adult. Non leggo thriller, anche se nutro il profondo desiderio di provare ad iniziarli. Odio con tutto il cuore gli erotici, la volgarità e il successo che stanno avendo, anche se mi piacciono i New Adult (che ne contengono una minima parte).
5. IL MIO RAPPORTO CON I CLASSICI
Non leggo molti Classici, anzi probabilmente potrei affermare di non averne letti più di 5, e alcuni non li ho mai finiti. E me ne vergogno profondamente. L'unico classico che adoro e leggo volentieri è Sharlock Holmes di Arthur Conan Doyle.
6. IL PRIMO LIBRO
Il primo libro che ho mai letto seriamente è Il Giardino Segreto di Frances H. Burnett a scuola, ed è per me una fonte di ispirazione quotidiana (Il mio primo blog creativo porta il suo nome). 
7. MANIE DI PERFEZIONE
Spesso quando leggo un libro con la sovracopertina e la fascetta pubblicitaria, la tolgo per non rovinarla, perché mi piace tenere i libri in perfetto stato. E' un'abitudine che ho acquisito viaggiando con il libro in borsa, dove la maggior parte delle volte si rovina. Anche quando vado in libreria voglio sempre acquistare il libro senza pieghe, ne segni, ne macchie. E non sottolineo mai i libri.
8. NELLA MIA BORSA
Nella mia borsa, tranne la sera quando esco, c'è sempre il libro che sto leggendo.
9. RITI SCARAMANTICI
Moltissime volte, quando inizio un nuovo libro, sento l'urgenza di leggere le ultime righe alla fine, prima di iniziare. E' un rito scaramantico che mi fa sperare che il libro mi piaccia.
10. L'ANNUSA-LIBRI
Inspiro profondamente il profumo della carta e dell'inchiostro prima di rimmergermi nella mia attuale lettura.
11. ACQUISTARE LIBRI?
Spesso riesco a trattenere l'impulso di acquistare libri, quando mi reco in una libreria, e talvolta entro solamente per una sbirciata. Ma se con me vi è un amico che acquista qualcosa, seguo inevitabilmente il suo esempio.
12. IL MERCATINO DELL'USATO
Periodicamente mi reco in quei posti dove si vendono oggetti usati alla ricerca di qualche buon affare libroso.
13. LA MERENDA 
Spesso mi piace accompagnare la lettura con qualcosa da mangiare o da bere, perché per me leggere è come andare al cinema.
14. LENTEZZA
Sono estremamente lenta nella lettura di un libro, tanto che non riesco a soddisfare il mio desiderio di leggere più di 50 libri all'anno. Ed è anche per questo che non partecipo alle Reading Challenge.
15. ODIO LE READING CHALLENGE
Non adoro le Reading Challenge perché mi impongono letture che potrei trovare difficoltose o poco stimolanti, ed io sono una persona che deve leggere ciò che si sente di poter leggere, in modo istintivo, anche se personalmente mi piacerebbe condividere una sessione di lettura di un libro con qualcuno.
16. I LIBRI NON LETTI
Nella mia libreria ho innumerevoli libri che non ho mai ancora letto e giacciono lì con la promessa che un giorno li aprirò, primo o poi (lo prometto!!!).
17. L'ORDINE DI LETTURA PROBLEMATICO
Mi capita spesso di fare programmi e dare un ordine di lettura dei libri. Che tempestivamente si va a fare benedire con le nuove uscite in libreria e i nuovi arrivi in casa.
18. LEGGERE IN INGLESE
Ho un grande problema a leggere libri in inglese, e per questo non li calcolo. Anche se molto spesso ammiro ed invidio chi ci riesce e può leggere così libri che in italia non esistono.
19. LE SAGHE
Non sono una fan delle saghe, anche se qualcuno l'ho collezionato.  Ne ho iniziate parecchie, ma mai finite. Preferisco di gran lunga i libri auto-conclusivi, perché odio dover aspettare, e certe volte rimango delusa dall'evolversi della storia. Le poche saghe che ho letto totalmente sono Hunger Games, Divergent e Mached. Ho letto anche Harry Potter ma saltando qualche volume per via dei film. 
20. SEGRETI INCONFESSABILI
Nel mio subconscio mi vergogno delle frivole letture a cui sono abituata a leggere per svago, e nutro il forte desiderio di leggere qualcosa di più istruttivo, classico e importante degli Young Adult. Ma l'abitudine è dura a morire.
21. NO ALLE RILETTURE
Non leggo mai un libro 2 volte, a meno che non mi serva per lavoro o per l'Accademia. Odio il fatto che i libri siano tantissimi al mondo e il tempo di una persona è relativamente breve. Che tristezza, perdonate questa macabra uscita!
22. LE LETTURE INCOMPLETE 
Se un libro non mi sta entusiasmando e non riesco a trovare la giusta sinergia per continuare, non mi faccio problemi a lasciarlo in disparte. Anche se a volte me ne pento e ci ritorno sopra.
23. IL SOGNO NEL CASSETTO
Sogno un giorno di aprire una Starbucks del Tè, con centinaia di gusti diversi, tanti gadget, e un'enorme libreria dal qualche sfogliare le pagine, immersa nella natura. Vorrei anche scrivere un libro decente, ma questa è un'altra storia!
24. SCRIVERE ALL'AUTORE
Ogni tanto, quando termino un libro che mi è piaciuto molto, scrivo all'autore per esprimere il mio compiacimento a riguardo. La maggior parte delle volte, sono autori stranieri (e il mio inglese è pessimo, ahimé!)
25. I MIEI SEGNALIBRI
Mi creo i miei segnalibri da sola e spero un giorno di poterne disegnare qualcuno per le case editrici. Ho già un progetto in atto!
 

Solo chi ha fatto questo tag può sapere che difficoltà comporta l'estrapolarsi da sé stessi 25 stra-maledettissimi fatti librosi. E non per il fatto di aprirsi a qualcuno, ma perché 25 punti sono tantissimi, e non esagero se vi dico che questo post ho dovuto scriverlo in due giorni per pensare e prendermi pure una pausa. Però mi è piaciuto e sono contenta di farvi conoscere il mio lato pazzo e irriverente. Spero solo continuerete a seguirmi dopo tutto quello che avete letto qui sopra!!!
Questo tag è ovviamente aperto a tutti. Ora vi rimando al prossimo post e vi lascio con un mega abbraccio a tutti voi. Bye 

NOMINO
La mitica Leda di DREAMING FANTASY
La talentuosa Denise di READING IS BELIEVING
La tenerissima Valery di MY SWEET BOOK

17 commenti:

  1. Grazie per la nomina!! <3
    io le fascette pubblicitarie le butto così la libreria è più ordinata e anche io come te tolgo la sovracopertina durante la lettura per non rovinarla ahah XD
    leggi i thriller, provaci!! è un mondo nuovo e diverso fidati **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma di nulla Leda!! Proverò a seguire il tuo consiglio sui thriller!

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Io faccio come Leda: le fascette le butto e le sovracopertine le tolgo per non rovinarle mentre leggo il libro.
    In molti dei punti mi ci sono ritrovata - ti lascio i miei 25 fatti libreschi se vuoi passare a dargli un'occhiata! :)

    RispondiElimina
  4. Troppo simpatici questi fatti librosi! Di classici ne ho letti anch'io pochi, ma di recente sto amando Charles Dickens ^-^

    RispondiElimina
  5. :D avevi proprio ragione, abbiamo un sacco di cose in comune xD Sai che "Il giardino segreto" è stata una delle mie prime letture? Come per te. Ok, forse siamo sorelle e non lo sappiamo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, non ci posso credere Cri!!! Ma ovvio!! Non ci possono essere così tante coincidenze. ahahah. ^^

      Elimina
  6. Concordo sulla parte "odio gli erotici e la volgarità e tutto il successo che stanno avendo" :s soprattutto perché sempre più spesso in giro si vedono libri fatti di solo sesso, senz'anima... non so a te, ma a me è quella la cosa che mi infastidisce ancora più della volgarità -_-
    Anche io i libri li tengo perfettamente, togliendo la sovracopertina :3 le fascette invece le odio v.v
    Oddio come fai a leggere le ultime righe? XD e se ti spoileri? Io non ce la potrei mai fare :P
    Per quanto riguarda le reading challenge, ti dirò... anche io la pensavo così, invece mi sono dovuta ricredere ^.^ sono la cosa che più mi aiuta ad andare fuori genere e a non leggere sempre le stesse cose, sono un bel modo per mettermi alla prova :3 ormai non ne faccio più a meno! Ogni tanto ci vuole una ventata di aria fresca per uscire dai soliti schemi :D o almeno, io le affronto così!
    Per quanto riguarda l'ordine di lettura, io ci ho rinunciato XD non riesco mai a rispettarlo...
    Per leggere in inglese è solo questione di pratica, fidati :3 potresti iniziare da qualcosa di semplice!
    Carinissima l'abitudine di scrivere agli autori *o*

    Grazie per avermi taggato comunque :3 spero di avere il tempo per buttare giù qualche riga a riguardo pure io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Denise, grazie di essere passata!! Non vedo l'ora di leggerti!! Un mega abbraccio

      Elimina
  7. Bellissimo questo tag, mi sono rivista in molte cose tipo che togo le sovracopertine sia per non rovinarle che per tenere il posto al libro all'interno della mia libreria (sono decisamente maniaca!), non scrivo sulle pagine dei libri, non faccio le orecchie e li tengo come reliquie!! ;D Come te porto sempre un libro nella borsa. Non si sa mai dove sia una buona occasione per leggere!!
    Anch'io invidio da morire tutte le bravissime lettrici che si cimentano con l'inglese, vorrei iniziare ma dubito di farcela, sia per il mio inglese non molto buono sia perché i libri che vorrei leggere in italiano sono migliaia.
    Per altre cose sono molto diversa: amo rileggere un libro se mi è piaciuto molto, soprattutto a distanza di molti anni, ho iniziato a leggere alle elementari e non ho più smesso.
    Bellissimo articolo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristy, grazie!! Mi piacerebbe leggere anche le tue 25 abitudini letterarie. Un bacione

      Elimina
    2. Ecco qui i miei... ;D http://www.cristinabenedetti.com/Relax-and-Books/Post/405/25-fatti-libreschi-su-di-me

      Elimina
  8. Confermo è stata veramente un'impresa trovare 25 punti che parlassero di me in fatto di libri...
    Dai no non ci credo a quello che fai al punto 9 io mi sforzo invece proprio di non andare a vedere cosa succede ahahah

    RispondiElimina
  9. Ciao! Curiosità, i 25 fatti sono pensati da te così oppure ci sono delle domande da seguire o qualcosa?? :)
    P.S. bellissimo blog ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvy, no assolutamente. Puoi scrivere 25 fatti che riguardano te liberamente! Grazie dei complimenti! Ti mando un mega grande abbraccio

      Elimina
  10. Ciao, che bella idea sono questi Tag!
    Allora...classici ne ho letti tantissimi. Ho cominciato proprio con quelli da bambina, appena ho imparato a leggere. Romanzi contemporanei invece mi interessano da pochi anni, YA e NA ne leggo pochissimi, quasi niente in realtà.
    Preferisco i fantasy, i distopici o i paranormal romance.
    La maggior parte dei miei libri sono in inglese (quelli che acquisto per il Kindle), perchè non sempre sono soddisfatta delle traduzioni e ci sono tante brave autrici che in Italia non vengono calcolate.
    Adoro gli sport romance, quindi datemi un romanzo con protagonisti giocatori di rugby o di baseball belli e simpatici e sarò una persona felice XD
    Le saghe sono anche per me un bel problema, ho davvero poca pazienza.
    Ho deciso di cominciarle solo quando l'ultimo volume è stato pubblicato, per non far passare tanto tempo tra un capitolo e l'altro.
    Harry Potter è stato un eccezione, ma l'ho amato quindi non mi ha dato fastidio.
    Di Arthur Conan Doyle ho letto tanti libri da ragazzino, mi sono piaciuti soprattutto Il mastino dei Baskerville e Lo studio in rosso.
    Ti consiglio Agatha Christie, le avventure di Poirot sono avvincenti.
    Se ti va, passa a leggere i miei fatti librosi =) (http://liberatrailibri.blogspot.it/)
    Un salutone
    Leryn

    RispondiElimina

♡ Dolci&Parole può crescere solamente grazie ai vostri commenti, vi ringrazio di tutto cuore se vorrete scrivere qui sotto cosa ne pensate di questo post ♡

Consigliati


Grafiche e contenuti © ROBERTA DELLABORA DESIGN
Per info: dolcieparole@gmail.com